Gelatieri per il Gelato: Ilaria Scarselli

Ilaria Scarselli (da Fucecchio – Firenze)

La fonte del gelato – piazza La Vergine, 4 – Fucecchio (Toscana) 

Casualità o disegno di vita?

E’ il dubbio amletico che mi accompagna da ben 14 anni. Quando è nata l’idea di proporre una gelateria artigianale nella mia città natale, Fucecchio, avevo solo 20 anni. Appena diplomata al Liceo Scientifico, dove l’inclinazione per la chimica e la fisica faceva da padrone, avevo le idee ben chiare su cosa fare da grande: l’Architetto. Volevo “trasformare” con creatività. Inizio l’Università e allo stesso tempo a “progettare” questa attività imprenditoriale con un socio, giusto perché per me doveva essere quel lavoretto non troppo impegnativo, che mi lasciava il giusto tempo per gli studi. Ma come nelle migliori storie d’amore, con il mondo del gelato per me è stato Amore a prima vista. Da quel giorno del 2004, il passo -dal solo lavoro di banconiera ad immergermi anima e cuore nella filosofia e pratica del buon gelato artigianale- è stato immediato. Ho iniziato subito a seguire corsi e lezioni private da grandi Maestri, sulle tecniche di produzione e sugli ingredienti del gelato.

scarselli-labDal 2008, forte delle capacità acquisite, ho dato un nuovo slancio alla mia bottega: è subentrata come socia mia mamma Morena. Insieme siamo riuscite a trovare il giusto equilibrio fra la produzione e la vendita. Io da buona “massaia” toscana, mi dedico alla trasformazione dei prodotti tipici e locali in gelato, cercando di limitare al massimo gli sprechi della materia prima, per il rispetto dell’ambiente e del cibo in sé per sé. Tecnica e passione, trasformazione e creatività ecco i binomi che mi rappresentano e che nel 2013 mi hanno portato a vincere la I° edizione del Premio Carlo Pozzi. Tutto questo è fondato sulla volontà di promuovere un gelato di elevate qualità nutrizionali e di far avvicinare il pubblico ad un percorso gustativo consapevole ed emozionante. Riguardo la vendita e la comunicazione dei prodotti realizzati, chi se non meglio della mamma può trasmettere al pubblico la giusta gioia ed emozione relativa agli obiettivi e ai traguardi raggiunti dal proprio figlio? Il nostro pubblico rimane affascinato tanto dalla bontà del gelato quanto dal vedere la passione che tutto il nostro staff ogni giorno impiega per rendere unico e piacevole il momento del gelato.

Credo che i margini di miglioramento siano sempre a disposizione e quindi non ho mai smesso di studiare, imparare cose nuove e confrontarmi con i colleghi. Mi piace affrontare sfide e nuove frontiere. Nel 2016 abbiamo aperto la nostra seconda Bottega, a Cerreto Guidi. Vogliamo promuovere la tradizione del gelato e farne conoscere le qualità come alimento nella sua completezza: per questo collaboriamo con lo sport e con le scuole. Da qualche anno mi sono avvicinata anche al gelato gastronomico, spingendo verso nuove frontiere le mie conoscenze tecniche.

ilaria-scarselliIl gelato è un’arte e comporta amore, dedizione e sacrificio: è ciò che di più bello si possa fare se non viene vista come mero mestiere, ma vissuta come una scelta di vita. Laureandomi, ho ampliato il mio bagaglio culturale, ma la mia anima e il mio cuore ancora oggi sono in laboratorio, la fucina della mia “trasformazione creativa”.