Gelatieri per il Gelato: Ariele Guaschino

Ariele Guaschino (da Milano)

Tra le righe – via Teodosio, 44 – Milano (Lombardia)

Si innamora del mestiere di gelatiere all’età di 18 anni, lavorando come aiuto gelatiere nella sua città natale, decide di frequentare un corso di bilanciamento delle ricette (in Italia erano in pochissimi a tenerlo). Riceve un’offerta di lavoro da Londra, il colloquio si tiene alla fiera del gelato di Rimini, viene assunto. L’entusiasmo è tanto, dopo un mese si trasferisce ma le cose non vanno proprio come avrebbe voluto. La politica aziendale va contro i suoi ideali del gelato. Da un punto di vista produttivo, di artigianale c’è ben poco. Decide quindi di cambiare, puntando in alto. La meritocrazia fortunatamente, a volte, ripaga ancora. Viene assunto dalla migliore gelateria d’Inghilterra, lì impara tutto quello che sa e arriva a rivestire il ruolo di manager di una delle gelaterie londinesi.

Comincia a farsi conoscere nel mondo del gelato, e le offerte di lavoro allettanti non tardano ad arrivare. Una grande azienda italiana nel settore della cioccolateria e gelateria, lo vuole come area manager. Accetta. E’ nel pieno della sua carriera quando incontra la sua attuale moglie e socia, Mell, una ragazza brasiliana studentessa a Milano. Ancora una volta si reinventa, saluta Milano per trasferirsi a Curitiba, in Brasile, dove Mell ultimava l’università. Grazie alle sue competenze lavora come consulente per le gelaterie italiane presenti sul territorio. L’idea di aprire un locale tutto suo però continuava ad essere un sogno che non aveva nessuna intenzione di abbandonare nel cassetto. Tornano a Milano entrambi e finalmente inizia l’esperienza Tra le Righe.

Il nome ella gelateria è già un messaggio molto forte ad andare oltre, a leggere quindi “tra le righe”. La location è in chiave moderna, colorata e spaziosa, il tavolo lungo in legno è l’ideale per studiare o lavorare. L’angolo relax con le poltroncine vi  permette di godervi a pieno il vostro break, magari sfogliando le pagine di un buon libro, scegliendo tra quelli presenti sui vari scaffali in gelateria. Le grandi vetrate ci portano direttamente all’interno del laboratorio a vista.