Immagina il futuro: Il primo contest creativo per il mondo del gelato

Sabato 1 ottobre 2016 ore 17,30. Nonostante un cielo plumbeo e qualche goccia di pioggia si è svolta senza intoppi questa interessantissima iniziativa dedicata al gelato artigianale.

Si è avuto modo di riflettere sul mondo del gelato in modo nuovo e stimolante, attraverso la fusione di prospettive e visuali diverse e insolite.

Un evento non per dare o far emergere soluzioni, ma per aprire strade a sguardi diversi, per osservarsi dal bordo e… per vivere il gelato in modo insolito tra provocazioni, stimoli, momenti di arte e spettacolo.

GxG Lobrano SherbethPer tali ragioni, la tipologia di evento non è stata quella del brainstorming normalmente inteso, il quale è orientato invece a produrre risultati e soluzioni, così come non è stata una conferenza, uno workshop o una lezione. E’ stato uno “spettacolo di stimoli”.

Il confronto multidisciplinare si è svolto tra gelatieri, musicisti, creativi, produttori agricoli, chef, medici, inviati televisivi e amministratori. Insomma clienti del gelato artigianale con esperienze e punti di vista diversi.

Il tema?

Qual è il futuro del gelato, considerando le difficoltà che il gelato artigianale vive: poca chiarezza su cosa effettivamente sia il gelato artigianale (e quindi tutti praticamente – o quasi – possono fregiarsi di questo ‘titolo’ di artigianalità), gelatieri ostaggio dei produttori di semilavorati e dei produttori dei macchinari e conseguente perdita/dispersione del patrimonio culturale, artigianale, creativo, di genuinità, di aggancio con i territori del gelato e per i gelatieri (se per fare il gelato è sufficiente aprire una busta e schiacciare un pulsante in una macchina…le conseguenze alla lunga sono quelle ora descritte).

In tutto questo l’Associazione Culturale Gelatieri per il Gelato punta ad una tutela e rilancio di quei valori; è un’esigenza che diversi veri gelatieri sentono…solo che sembra non si sappia come fare…sembra che manchino le risorse, le capacità, ecc. per uscire da questo circolo vizioso.

Gelatieri per il gelatoQuesto il contesto da cui si è mossa l’iniziativa – che non è la prima svolta da GxG, ma che questa volta ha voluto essere un modo per vedersi anche da fuori, trarre ispirazione da altri campi.

L’evento è stato aperto dalle note musicali del maestro di pianoforte Marcello Mazzoni che ha introdotto questo inedito format all’interno di una manifestazione dedicata al gelato come è lo Sherbeth Festival.

Marcello Mazzoni GxG SherbethDopo una breve presentazione degli ospiti da parte di Roberto Lobrano (sul palco c’erano ben 11 persone!) ci si è avviati in un percorso di cambiamento rappresentato da tre momenti:

  1. Trasformare la capacità di percepire. Osserva, Osserva, Osserva. Ovvero il luogo della percezione. Percepire la realtà (e noi stessi, in relazione ad essa) in modo diverso per generare inneschi creativi.
  2. Trasformare il sé e la volontà. Ritirati e rifletti. E’ lo “spazio” dell’intuizione, dell’ispirazione. Quando percepiamo il futuro verso cui andare, occorre avere la capacità di lasciar andare ciò che è oramai superato e lasciar venire il nuovo che aspetta noi per poter emergere
  3. Trasformare l’azione. Agisci in un istante. Dare seguito all’intuizione emersa, passando all’azione, senza perdersi in estenuanti ipotesi inconcludenti: è facendo che si comprende dove possiamo andare e come.

Ognuno di questi tre momenti è stato introdotto da un pensiero letterario e dalla testimonianza/provocazione di Bonetta dell’Oglio, Stefania Petyx e Rino Panetti.

Petyx Dell'Oglio Gelatieri per il gelatoIl maestro Mazzoni ha poi sottolineato con altre tre esecuzioni musicali il flusso della discussione, mentre l’artista Giuseppe Berardi ha fissato su una tela frasi e figure grafiche sorte dalle testimonianze degli ospiti.

Un evento unico che ha segnato una vera svolta, forse non ancora compresa da tutti, su ciò che conta comprendere per risolvere i problemi connessi alla categoria dei gelatieri nei confronti della propria clientela.

GxG Berardi Sherbeth

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...